Cos’è un monitor?

oled-monitor

Il monitor è la parte dell’hardware del computer che mostra le informazioni video e grafiche generate dal computer attraverso la scheda video.

I monitor sono molto simili ai televisori, ma di solito mostrano le informazioni ad una risoluzione molto più alta. A differenza dei televisori, poi, i monitor di solito non vengono appesi alle pareti, ma posti su una scrivania.

Fatti importanti sui monitor

Un monitor, a prescindere dalla tipologia, di solito viene connesso tramite una porta HDMI, DVI o VGA. Altri connettori comprendono USB, DisplayPort e Thunderbolt. Prima di investire in un nuovo monitor, assicuratevi che entrambi i dispositivi da collegare supportino lo stesso tipo di connessione.

Ad esempio, sarebbe meglio non acquistare un monitor che abbia solamente una porta HDMI quando il vostro computer è in grado di accettare solamente una connessione VGA. Sebbene la maggior parte delle schede video e dei monitor presentino più porte in modo da poter lavorare con diverse tipologie di entrambi i dispositivi, è comunque importante verificarne la compatibilità.

Se risultasse necessario collegare un cavo più vecchio con una porta più recente, come un VGA ad una HDMI, esistono adattatori appositi.

Di solito i monitor non sono adatti ad essere riparati dall’utente. Per la vostra sicurezza, generalmente non è saggio smontare e lavorare su un monitor.

Descrizione dei monitor

Di monitor ce ne sono principalmente due tipologie – LCD o CRT, ma ne esistono anche altri, come gli OLED. I monitor CRT assomigliano molto ai televisori vecchio stampo e sono molto profondi e ingombranti. I monitor LCD sono molto più sottili, sfruttano meno corrente elettrica e forniscono una qualità grafica molto più elevata. Gli OLED sono un miglioramento degli LCD che fornisce colori ed angoli di visuale ancora migliori, ma che richiede anche più energia per funzionare.

I monitor LCD hanno reso del tutto obsoleti i CRT per via della loro maggior qualità, del minore ingombro sulla scrivania e del prezzo in diminuzione. Gli OLED, per quanto più recenti, rimangono più costosi e dunque non altrettanto sfruttati se si parla di monitor da casa.

La maggior parte dei monitor sono in formato widescreen e variano in dimensioni tra i 17” e i 24” o più. Questa dimensione si riferisce alla misurazione della diagonale tra un angolo dello schermo e l’altro.

I monitor sono parte integrante del computer per quanto riguarda i laptop, i tablet, i netbook e i desktop all-in-one. Tuttavia, se ne può acquistare uno separatamente se si ha intenzione di passare ad una versione migliore di quello attuale.

Sebbene i monitor vengano considerati apparecchi di output dal momento che solitamente servono solamente allo scopo di trasmettere informazioni sullo schermo, alcuni sono anche touchscreen. Questa tipologia di monitor viene considerata sia input che output e generalmente chiamata dispositivo input/output, o dispositivo I/O.

Alcuni monitor hanno accessori integrati come un microfono, altoparlanti, videocamera o porta USB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *